COSA FACCIAMO

PER CHI E DOVE

Le otto reti QuBì base coinvolte nel progetto, lavorano per facilitare l’inserimento lavorativo integrato e l’autonomia dei genitori, riducendo le barriere sociali ed economiche per favorire un processo di inclusione sociale più efficace. Ricercando e promuovendo opportunità di “lavoro a Km Zero” nel quartiere e nel municipio, si cerca di affrontare le sfide legate alla disoccupazione, al lavoro nero, alla povertà e all’esclusione sociale attraverso la creazione di percorsi personalizzati di accompagnamento all’inserimento lavorativo.

Genitori disoccupati e in condizione di precarietà occupazionale residenti nei cinque Municipi 2,3,5,6 e 7 del Comune di Milano.

.

GLI OBIETTIVI

Il progetto si propone di:

  1. Favorire l’inserimento lavorativo di mamme e papà sottoccupati o disoccupati, con un focus particolare sulle giovani mamme straniere con figli minori, a rischio di esclusione sociale. L’obiettivo è garantire benessere e integrazione all’intero nucleo familiare, coinvolgendo reti attivate nei programmi QuBì in diversi municipi.
  2. Attraverso percorsi individualizzati, aumentare l’autonomia nella ricerca occupazionale, migliorare le competenze digitali e linguistiche, facilitare l’inserimento nel mondo del lavoro, promuovere la formazione professionale e favorire l’accesso a opportunità di impiego locale (lavoro a Km Zero) attraverso un costante dialogo con i servizi e le reti territoriali.

 

Realizzato in partenariato con:

  • ALA Milano Onlus associazione
  • B-CAM cooperativa sociale
  • CDS Diaconia Valdese ente religioso
  • Piccolo Principe cooperativa sociale
  • Comunità Nuova Onlus associazione
  • Azione Solidale cooperativa sociale
  • La Cordata cooperativa sociale
  • Consorzio SIR cooperative sociali
  • Fondazione Soleterre Onlus
  • Officina Lavoro Onlus