El Salvador continua ad essere uno dei paesi più violenti al mondo. Questa situazione è dovuta alla presenza delle “pandillas”, gruppi criminali che controllano interi territori e praticano estorsioni e altre forme di violenza sulla popolazione locale, ma anche ad una generale diffusione della violenza all’interno delle comunità e delle famiglie. La violenza, assieme alla precarietà delle condizioni economiche, è ormai diventata la principale causa di migrazione interna e verso l’estero di interi gruppi familiari e di molti minori non accompagnati.
Siamo presenti in El Salvador col programma di inclusione socio-economica dal 2007. Abbiamo aperto due sedi locali, una nella capitale San Salvador e una a Concepción Quezaltepeque nel Dipartimento di Chalatenango.

Con i nostri progetti, operiamo per:

  • favorire l’inserimento socio-lavorativo delle fasce vulnerabili della popolazione
  • prevenire la violenza sociale e la violazione dei diritti umani verso categorie vulnerabili, come bambini e giovani
  • incrementare e tutelare l’inserimento socio-economico dei migranti di ritorno
  • promuovere una migrazione sicura e responsabile
  • costruire in maniera partecipativa la cultura della pace

Le parole chiave del nostro intervento sono:

CAPACITAZIONE

Portiamo avanti un’attività di capacitazione che coinvolge studenti, docenti, genitori e persone che ricoprono ruoli di responsabilità, per sostenerli nella conoscenza e nell’affermazione dei diritti umani. Li accompagniamo in percorsi volti allo sviluppo delle abilità sociali fondamentali per ricostruire relazioni sane e rispettose, che permettano alle nuove generazioni di sviluppare l’identità individuale e collettiva.

RAFFORZAMENTO

Sosteniamo con attività di formazione e consulenza, la creazione e l’empowerment delle Organizzazioni della Società Civile, lo sviluppo di reti formali e informali, come comitati territoriali e gruppi di lavoro per aree tematiche.

COORDINAMENTO

Accompagniamo il lavoro interdisciplinare e interistituzionale per consolidare la capacità delle Istituzioni di progettare interventi in maniera partecipativa, per la difesa dei diritti umani, la trasparenza nella gestione dei fondi pubblici, lo sviluppo di politiche per la prevenzione di ogni forma di violenza e la promozione dell’inclusione sociale. Costruiamo tavoli di concertazione a livello locale e nazionale, e la finalizzazione di accordi e protocolli di cooperazione.

ATTENZIONE

Offriamo supporto legale e psicologico per migliorare le condizioni di vita delle persone in condizioni di estrema vulnerabilità. Promuoviamo la Giustizia Riparatrice attraverso il dialogo e le diverse pratiche che hanno come fine la risoluzione pacifica dei conflitti, la riconciliazione e il rafforzamento del senso di appartenenza alla comunità e di sicurezza.

I traguardi raggiunti

In circa 15 anni di attività, abbiamo raggiunto traguardi importanti:

  • 6500 le persone che hanno beneficiato dei nostri servizi, bambine e bambini, adolescenti e ragazzi
  • 500 i docenti, i formatori, gli educatori e i genitori che hanno ricevuto formazione e accompagnamento
  • 187 gli attori pubblici, privati e del terzo settore coinvolti nei nostri progetti
  • 450 i giovani uomini e le giovani donne formati che hanno avviato un’attività d’impresa
  • 234 le associazioni e le Istituzioni che hanno partecipato a percorsi di capacitazione e rafforzamento

Entra in contatto con noi!