Skip to main content

Continua il racconto di Aziza, la mediatrice culturale di Work Is Progress e tutor di Mentor2, il progetto di mobilità circolare per una migrazione regolare verso l’Italia.

Questo secondo capitolo della sua testimonianza ci riporta alle attività svolte da Work Is Progress durante i primi giorni dall’arrivo dei giovani tirocinanti marocchini e tunisini a Milano. Nelle prime settimane di settembre, Aziza ha supportato i ragazzi e le ragazze ad orientarsi nel nuovo contesto, sia lavorativo che abitativo, milanese. Li ha accompagnati, passo dopo passo, in tutte le pratiche burocratiche necessarie per avviare il loro stage nelle aziende milanesi e potersi muovere in autonomia sul territorio.

In questa breve intervista, la nostra mediatrice culturale ci spiega proprio quali sono i documenti necessari ad una persona cittadina extraeuropea per poter attivare uno stage, o un contratto di lavoro, in Italia e quali sono le pratiche e i tempi necessari per ottenerli.

Si tratta di procedure molto complesse e non sempre facili da affrontare. Sono diverse le difficoltà alle quali spesso si va incontro per portarle a termine, ma di questo vi racconteremo meglio nel prossimo capitolo

 

Ecco il secondo capitolo del racconto di Aziza sulla sua esperienza di supporto nel progetto Mentor2:

 

Le prime cose di cui una persona, uno stagista che viene da un paese extraeuropeo ha bisogno, sono proprio i documenti obbligatori per procedere con il suo tirocinio. Uno di questi è il codice fiscale, l’altro il permesso di soggiorno per essere regolare sul territorio italiano e anche poter cominciare il proprio stage.

Il codice fiscale, lo abbiamo prenotato in realtà prima dell’arrivo dei ragazzi, e poi abbiamo fatto tutta la procedura per il permesso di soggiorno. Questo per quanto riguarda la parte legale che, diciamo , sono i documenti.

Sulla parte relativa alla vita quotidiana invece, abbiamo accompagnato gli stagisti a fare la sim, un numero di telefono italiano, e anche a fare una tessera dei mezzi ATM per aiutarli a muoversi nel territorio milanese.

 

 

Per leggere e ascoltare il primo capitolo del racconto di Aziza: https://workisprogress.org/favorire-la-migrazione-regolare-attraverso-un-modello-di-mobilita-circolare-la-testimonianza-di-aziza/

Per saperne di più sul progetto Mentor2https://workisprogress.org/portfolio/mentor-2-mediterranean-network-for-training-orientation-to-regular-migration/


Continuate a seguirci anche su Facebook e Linkedin per non perdervi i prossimi capitoli del racconto di Aziza!